Login to your account

Username *
Password *
Remember Me

Create an account

Fields marked with an asterisk (*) are required.
Name *
Username *
Password *
Verify password *
Email *
Verify email *
Captcha *
Reload Captcha

Dal 23 novembre su Rai1 la seconda stagione della serie “Un Professore”

In prima serata su Rai1, da giovedì 23 novembre, arriva la seconda stagione della serie tv in sei serate “Un Professore”, una co-produzione Rai Fiction - Banijay Studios Italy, diretta da Alessandro Casale e con Alessandro Gassmann, Claudia Pandolfi, Nicolas Maupas, Damiano Gavino e Domenico Cuomo.

Nella prima stagione di “Un Professore”, Dante Balestra (Alessandro Gassmann) è entrato prepotentemente nella vita dei suoi studenti e del figlio Simone (Nicolas Maupas). Dietro alla facciata del filosofo mattatore è emersa la sofferenza di un uomo che ha dovuto elaborare la tragedia della morte del gemellino di Simone e riconciliarsi con la paternità. Nella seconda stagione, Dante sta costruendo un rapporto con Simone e vive con Anita (Claudia Pandolfi) - madre del suo allievo Manuel (Damiano Gavino) - un amore nuovo.

Tutto bene quel che finisce bene? Non proprio, perché il futuro riserva sempre sorprese. Se in classe Dante dovrà far ricorso agli insegnamenti dei grandi filosofi per aiutare gli studenti con i problemi della loro età turbolenta, nel privato l’amore con Anita sarà messo in crisi dal ritorno dell’ex moglie Floriana (Christiane Filangieri), con la quale Dante si troverà a condividere un nuovo segreto, e dall’arrivo di Nicola (Thomas Trabacchi), uomo legato al passato di Anita e Manuel.

Scritta da Sandro Petraglia, Valentina Gaddi, Sebastiano Melloni, Fidel Signorile. Basata sulla serie originale “Merlí”, scritta da Héctor Lozano. Diretta da Alessandro Casale.

Sinossi di serie

All’inizio della seconda stagione, i protagonisti sembrano aver trovato un loro equilibrio: Dante e Anita si amano, i figli Manuel e Simone approvano la relazione tra i loro genitori e la madre di Dante, Virginia (Pia Engleberth), è felice di accogliere Anita e Manuel nella villa dove abitano. Naturalmente il cuore pulsante della serie restano il liceo Leonardo Da Vinci e la classe frequentata da Simone e Manuel. È qui che Dante è chiamato, con il solito piglio anticonformista e geniale, a mettersi alla prova come professore e mentore, tra amori complicati, genitori invadenti, sogni a occhi aperti e speranze infrante. A rendere viva la scuola ci sono anche la preside Smeriglio (Federica Cifola) e i colleghi professori con le loro manie, gli amori e i guai quotidiani. In classe, nel solito allegro caos, all’appello rispondono ragazzi che conosciamo – Luna (Luna Miriam Iansante), Matteo (Davide Di Vetta), Laura (Elisa Cocco) – ma anche volti nuovi, come Nina (Margherita Aresti), una ragazza di origini polacche che nasconde un percorso di vita complicato; Rayan (Khadim Faye), promessa del calcio arrivato dall’Africa, più interessato al pallone che allo studio; Viola (Alice Lupparelli), una ragazza disabile dal carattere difficile; e infine Mimmo (Domenico Cuomo), che nella precedente stagione era nel carcere minorile di Napoli e che Dante è riuscito a far affidare in semilibertà alla Leonardo Da Vinci. Ma se i problemi e le avventure dei ragazzi sono tanti e avvincenti, Dante non se ne fa mancare nemmeno nella vita privata. Prima la sua ex moglie Floriana decide di tornare a Roma e ristabilirsi in villa, costringendolo a una scomoda convivenza a tre con Anita. Poi nella vita di Anita si riaffaccia una conoscenza del passato: Nicola, uomo carismatico e affascinante e padre di Viola. Due ingressi inaspettati che, con i loro segreti, costringeranno Dante e Anita a fare i conti con i reciproci sentimenti.

Vota questo articolo
(0 Voti)

Lascia un commento

Assicurati di inserire (*) le informazioni necessarie ove indicato.
Codice HTML non è permesso.

© 2022 LuMagazine All Rights Reserved. Designed By Swebdesign
We use cookies

Utilizziamo i cookie sul nostro sito Web. Alcuni di essi sono essenziali per il funzionamento del sito, mentre altri ci aiutano a migliorare questo sito e l'esperienza dell'utente (cookie di tracciamento). Puoi decidere tu stesso se consentire o meno i cookie. Ti preghiamo di notare che se li rifiuti, potresti non essere in grado di utilizzare tutte le funzionalità del sito.